Inquinamento Marte: siamo nel 2022 e non siamo ancora arrivati sul pianeta rosso ma già risulta che ci sia inquinamento.

A testimoniarcelo sono le foto scattate dal rover Perseverance della NASA che ha trovato e fotografato un pezzo di copertura termica incastrata tra due rocce utilizzata dallo stesso Perseverance durante un viaggio all’interno del Sistema Solare avvenuto il 18 febbraio 2021. La copertura termina è stata trovata a 2 chilometri di distanza dal luogo dove il rover è atterrato e perciò ci si domanda se qusta sia arrivata l’ in un secondo momento spostata dal vento del pianeta.

Vediamo caratteristiche e potenziali rischi di questo inquinamento.

Inquimento Marte: parte dalla Terra

Sappiamo ormai come il genere umano stia riducendo il pianeta, l’inquinamento è arrivato in fondo ai mari, in cima alle montagne e in ogni parte, anche le più remote, della terra si possono trovare residui di plastica lasciati a marcire. Gli scienziati hanno più volte segnalato come si stia accedendo ad una fase di non ritorno ma nonostante questo la maggior parte delle persone purtroppo non considerano ancora il problema rilevante.

Il problema non finisce l’ però: la spazzatura umana purtroppo è arrivata anche al di la dei nostri confini. Sulla Luna da prima, trovata coperta di stivali, indumenti, veicoli spaziali abbandonati, e successivamente il pianeta rosso.

I rifiuti su Marte ad oggi

Purtroppo però questa copertura termina non è il solo rifiuto trovato, anzi. I dati sull’inquinamento della superficie di marte riportano che ad oggi si trovano ben 7000 kg di rifiuti umani.

Questi 7000kg rifiuti provengono da hardware scartato e resti dei veicoli spaziali arrivati sul pianeta rosso.

Proprio un reportage direttamente dall’ Ufficio delle Nazioni Unite ha evidenziato infatti, il fatto che nei cinque decenni da quando sono iniziate le operazioni su Marte tuttele operazioni abbiano lasciato sporcizia, oggetti e detriti sulla superficie del pianteta a noi più vicino. Inoltre, proprio le famigerate e potenti tempeste marziane riporteranno questi detriti su tutto il pianeta Rosso e favoriranno l’inquinamento su tutta la superficie di Marte.

I rischi dell’inquinamento per le operazioni su Marte

Non avendo ancora colonizzato il pianeta, per gli scienziati il problema fondamentale dell’inquinamento su Marte non è di tipo ecologico ma le conseguenze di questo sulle missioni spaziali. Questi rifiuti che occupano già una superficie fin troppo alta del pianeta potrebbero finire per contaminare le indagini fatte dai nostri veicoli e causare danni alle nostre operazioni di scoperta e sviluppo.

Articoli Consigliati

Lascia un commento:

×