Il futuro del lavoro è nel metaverso.

Rapporto di Regus: “The metaverse: the future of work?”

Regus, organizzazione che analizza i cambiamenti negli spazi di lavoro nel mondo, ha emesso un nuovo rapporto rilasciando interviste a oltre 2.258 impiegati e dirigenti aziendali inglesi scoprendo che oltre il 60%, ossia due terzi del campione analizzato, è convinto che il metaverso sarà nel prossimo futuro una piattaforma quotidiana per moltissime professioni. Questa nuova dimensione si porrà ancora una volta a favorire il lavoro in smart working e la digitalizzazione.

Nello specifico, il 44% degli impiegati è convinto che tale tecnologia favorirà le comunicazioni con colleghi e dirigenti oltre a migliorare in generale i corsi di formazione professionale. Oltre a ciò, il campione intervistato è convinto che il futuro del lavoro nel Metaverso migliorerà anche la valutazione complessiva e la qualità del lavoro stesso per i dipendenti riducendo lo stress.

Balzo nel futuro: dalle videochiamate al Metaverso.

Rispetto alle videochiamate, divenute ormai fondamentali post pandemia per incrementare le possibilità di Smart Working, Forbes mette in luce che il Metaverso fornisce un valore in più: unisce le persone in uno spazio condiviso vero e proprio che metterebbe in risalto la creatività e maggiori opportunità di collaborazione. Di fatti il futuro del Metaverso è ad oggi l’unica alternativa alle sessioni di riunioni dal vivo che avvengono ogni giorno in azienda.

Le prime aziende che investono nel futuro del mondo lavorativo, il Metaverso

Tra i pionieri della nuova piattaforma c’è PwC, azienda di Hong Kong che ha acquistato un terreno all’interno di The Sandbox, un mondo virtuale in 3D, altre aziende sono AdidasSamsung Atari che hanno già lanciato i loro primi progetti online, di fatto i loro impiegati già svolgono online alcune attività che prima erano svolte in loco. Spostandoci in casa, a Milano, iDea ha fatto partire Made, un luogo dedicato alla didattica, che vede nel metaverso un modo per sviluppare soluzioni innovative a beneficio di società scientifiche, aziende e istituzioni. Inoltre, sempre in Italia, Ntt Data ha aperto un nuovo centro europeo di formazione sul metaverso.

Il futuro del Gaming nel multiverso, Fortnite e Minecraft iniziano i primi progetti

Secondo una ricerca britannica per due aziende su tre il metaverso diventerà una vera piattaforma di interazione per le professioni, ma la rivoluzione è già stata anticipata dai videogames.

Gli ambienti virtuali creati dai videogiochi come ad esempio Fortnite hanno inizato ad ospitare veri e propri concerti e sfilate di moda oltre che valori di contenuto storico e culturale come il discorso di Martin Luther King.

Un altro gioco estremamente noto è Minecraft. Un ragazzo senese, più precisamente di Colle Val d’Elsa, sede stessa di Tessiragnatele in Toscana, ha effettuato nel videogame la prima tesi di laurea discussa nel metaverso.

Articoli Consigliati

Lascia un commento:

×